IP statico con NetworkManager: differenze tra le versioni

Da MontelLUG.
Riga 29: Riga 29:
  
 
''Figura 4''
 
''Figura 4''
 +
 +
 +
== Qualcosa di più avanzato ==
 +
 +
NetworkManager sta diventando uno strumento di estrema comodità, soprattutto sui portatili. A volte però passare a configurazioni di rete un po' più avanzate, con più di una scheda, può sembrare complesso. Nel mio caso ad esempio l'ufficio è fuori dalla portata della rete cablata, e l'accesso avviene attraverso la wireless. Però per una serie di motivi mi serve un piccolo router ethernet che connetta il desktop con i portatili per trasferire file velocemente e per connettermi a strumentazione da laboratorio che lavora su ethernet. Quindi la configurazione è:
 +
 +
# Scheda principale wireless, connessa a Internet attraverso router/access point.
 +
# Scheda secondaria ethernet (cablata), connessa solo alla rete locale.

Versione delle 22:04, 30 set 2009

Un problema che spesso salta fuori è come settare un IP statico con NetworkManager. Anche se ha sofferto di un bel po' di difetti di gioventù ed è variamente criticato, NetworkManager in realtà sta diventando davvero comodo, e comincia a fare più o meno tutto quello che serve, anche abbastanza bene. Settare un IP statico non è difficile, se si ha l'accortezza di creare un nuovo profilo, invece di modificare quello predefinito per il DHCP.

Ecco come fare:

  1. Cliccando col tasto destro sull'icona del NetworkManager, si apre il menù di figura 1: selezionate Modifica Connessioni
  2. Nella finestra che si apre selezionate Aggiungi: N.B. Non modificate la connessione "Auto eth0" che compare, che è quella automatica che serve per il client DHCP, ma createne una nuova con Aggiungi, altrimenti le vostre impostazioni andranno perse!!!
  3. Cliccate sulla scheda Impostazioni IPv4
  4. Selezionate Metodo->Manuale
  5. Cliccate nouvamente su Aggiungi per creare un nuovo elemento con i dati di rete.
  6. Immettete i vostri dati di rete nel campo a sinistra, sotto a Indirizzo, Maschera, Gateway rispettivamente
  7. Aggiungete il server DNS: alla fine il risultato sarà simile a quello di Figura 2
  8. Scegliete Applica, e tornerete alla schermata di Figura 3.
  9. Cliccate sulla connessione appena creata e poi selezionate Chiudi
  10. L'ultimo passo è quello di avviare la connessione: andate nuovamente sull'icona e cliccate col tanto sinistro (Figura 4), selezionando la vostra nuova connessione, che a questo pundo dovrebbe portarvi in rete!

Networkmanager1.png

Figura 1

Networkmanager2.png

Figura 2

Networkmanager4.png

Figura 3

Networkmanager3.png

Figura 4


Qualcosa di più avanzato

NetworkManager sta diventando uno strumento di estrema comodità, soprattutto sui portatili. A volte però passare a configurazioni di rete un po' più avanzate, con più di una scheda, può sembrare complesso. Nel mio caso ad esempio l'ufficio è fuori dalla portata della rete cablata, e l'accesso avviene attraverso la wireless. Però per una serie di motivi mi serve un piccolo router ethernet che connetta il desktop con i portatili per trasferire file velocemente e per connettermi a strumentazione da laboratorio che lavora su ethernet. Quindi la configurazione è:

  1. Scheda principale wireless, connessa a Internet attraverso router/access point.
  2. Scheda secondaria ethernet (cablata), connessa solo alla rete locale.